Installazione progetto "Albero del cibo" - Spazio e Stile
6192
single,single-post,postid-6192,single-format-gallery,edgt-core-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,spazio e stile child-child-ver-1.0.0,spazio e stile-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
Set 25 2015

Installazione progetto “Albero del cibo”

Spazio e Stile è anche partner di Eventi. Il desiderio è quello di riuscire a promuovere, sul tessuto urbano cittadino, il mondo dell’Architettura abitativa, affiancandosi ai maggiori eventi cittadini e nazionali, tramite: eventi itineranti che parlano di architettura, performance artistiche e culturali, installazioni, mostre e rappresentazioni, allestimenti temporanei. L’ambizione è quella di voler far uscire l’Architettura dai suoi spazi ufficiali per renderla accessibile a tutti.

Installazione progetto Albero del cibo

Gli Architetti Caterina Patrocinio e Roberta Poma, fondatrici di Spazio e Stile, un team di professionisti al servizio dell’Architettura di Interni sul territorio Genovese, in collaborazione con l’Orto Collettivo di Genova e la manifestazione Gustitalia 2015 sono le ideatrici e coordinatrici dell’allestimento ed installazione dell’Albero del cibo.

Installazione ubicata all’interno dell’evento Gustitalia 2015 che ha come tema l’alimentazione e il cibo si accomuna con la filosofia legata all’evento Internazionale di Expo 2015 e cioè quella di dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano e sicuro, nel rispetto del Pianeta, del territorio e dei suoi equilibri. L’albero del cibo è la risposta Genovese.

Caterina e Roberta entrambe Architetto, Life Stylist e Designer Artistico di eventi hanno elaborato la mission in forma artistica, grazie alla collaborazione attiva ​dell’Orto Collettivo di Genova e degli espositori della mostra stessa, realizzando e materializzando il connubio tra architettura e cibo​ tramite il concept del progetto dell’albero del cibo che si inserisce fisicamente in un contesto più ampio, quello cittadino. Si crea così un nuovo modo di concepire il cibo riportando l’utilizzatore all’origine. L’albero del cibo è un lavoro di connessione tra cibo arte e natura.

Lo scenario in cui è ambientato l’albero è quello di Museo Luzzati, alle sue spalle, che sottolinea la forte connessione fra l’elemento artistico genovese ed il suo territorio.

Non a caso è stato scelto come illustrazione della locandina esplicativa dell’installazione una rappresentazione conosciuta di Emanuele Luzzati, il cui protagonista è un albero rappresentato in primo piano rispetto allo sfondo ben riconoscibile dell’architettura genovese.

L’albero del cibo arriva direttamente dall’orto collettivo, primo ed unico esempio in città di ritorno alle origini della terra come stile di vita. Un’area di ….. ettari che viene gestita dai cittadini.

L’installazione rappresenta la natura mentre il cibo presente in essa è la manifestazione dei suoi frutti. Grazie alla sinergia dei quattro elementi abbiamo i frutti naturali e senza contaminazioni.

Una performance interattiva e sinergica dove gli espositori della manifestazione diventano elementi principali con i loro prodotti che adornano l’albero. 

L’albero vuole essere quindi la rappresentazione metaforica della purezza e l’importanza vista, quasi come un esigenza, del ritorno alle origini degli alimenti della nostra terra.

I quattro elementi come origine per arrivare ad un consumo consapevole, intelligente e per risvegliare il gusto dei sapori artigianali eliminando così il preconfezionato.

 

Share Post